Torta all'Acqua con Rabarbaro e Cioccolato Bianco

Torta all'Acqua con Rabarbaro e Cioccolato Bianco il bilanciamento perfetto tra aspro e dolce. Una torta bella succosa da mangiare a colazione o a merenda. Se poi, come me, avete ancora del cioccolato bianco da smaltire, ecco la torta giusta! Io amo il rabarbaro, penso lo abbiate notato, e lo uso moltissimo nella sua breve stagione. Non sostituite il cioccolato bianco con del cioccolato al latte o fondente, non ci starebbe bene. Meglio non metterne proprio cioccolato, se non volete quello bianco. Se non trovate il rabarbaro, potete sostituirlo con le fragole o fare direttamente la Torta all'Acqua con Fragole e Cioccolato.

Venerdì scorso abbiamo festeggiato il tuo compleanno, Gaia. 6 anni è un po’ speciale, perché è l’età della scuola, un grande passo… Come se crescessi più di un solo anno, non so se mi spiego… Purtroppo eravamo pochi, peccato! Perché a te piacciono troppo le feste con tanti ospiti, soprattutto le tue feste! Ieri però, hai festeggiato con i tuoi amichetti dell'asilo. Sei un po’ una diva, solo un po’ però eh. Fortunatamente ancora vivi nel tuo mondo fatato con unicorni, Babbo Natale, Harry Potter e vampiri… Ti sei già sposata tre volte, se non mi sbaglio, anche se sta iniziando la fase: i maschi sono antipatici, io gioco solo con le mie amichette BFF! Ma quando succede qualche ingiustizia, sono tutti uguali, sia maschi che femmine, difendi chiunque… Sei sempre più indipendente e vuoi fare tutto da sola. Hai le idee chiare e questo mi piace molto. Hai un ottimo senso del ritmo, sei bravissima a ballare e cantare, ma appena tocchi qualsiasi cosa con le ruote sei impacciatissima e non riesco a spiegarmi come sia possibile. Un pericolo pubblico! Amo il tuo umorismo molto speciale e quando ti partono le risate, quelle con le lacrime, solitamente a tavola con la bocca piena (in realtà non è un belvedere, ma la tua risata è contagiosa) e la tua spiccata autoironia… Continua così, sempre rispettando i tuoi tempi, rispettando ogni essere vivente che ti sta attorno, rispettando la nostra Terra, rispettando Gaia… TVB

Beh, ieri siamo pure sopravvissuti ad una festa in casa con 9 bambini in totale! È andata bene... Abbiamo fatto tanti giochini, si sono divertiti. La festa era unicornesca e arcobalenesca (mi dispiaceva un pochettino per i maschietti presenti, ho provato a mettere un po' di azzurro in quel overload di fucsia)... Avevo intenzione di fare una torta al cioccolato rotonda e decorarla con un arcobaleno di Smarties e delle nuvolette fatte di Marshmallows, molto semplice. Poi però mia sorella mi ha mandato delle immagini di Yogurt bars e ho domandato a Gaia. Ebbene sì, ha scelto la Yogurt bar... Quindi ho messo ad ogni bambino dello yogurt naturale nelle coppette e loro hanno aggiunto i toppings che preferivano: granola, frutta, M&M's... In più ho fatto anche le Wafels, che ho usato come "torta" per soffiare le candeline.

Queste Yogurt bars sono fantastiche! Si possono fare anche con il gelato o con la cioccolata calda in inverno... Sicuramente non sarà l'ultima volta!

Ingredienti

3 stecche rabarbaro
qb succo di limone
375ml acqua
240gr zucchero
65gr olio di semi
350gr farina
1 bustina lievito per dolci
1 bustina zucchero vanigliato
1 pizzico sale
150gr cioccolato bianco a pezzettini


per una ciambella o una tortiera da 22-24cm

Preparazione

Pulite il rabarbaro togliendo le due punte e la pellicina esterna, tagliatelo a pezzettini, aggiungete un cucchiaio di zucchero (dal totale) e un pochettino di succo di limone. Mettete da parte.

Fate sciogliere lo zucchero nell'acqua, poi aggiungete l'olio e mescolate. In una coppa a parte mettete la farina, il lievito per dolci, lo zucchero vanigliato ed il sale, mescolate e aggiungete anche il miscuglio con l'acqua. Amalgamate bene il tutto con le fruste a mano, poi incorporate delicatamente il rabarbaro ed il cioccolato bianco. Versate l'impasto nella teglia precedentemente imburrata ed infarinata.

Infornate la torta nel forno preriscaldato a 180°C statico per circa 45min, mi raccomando fate la prova stecchino. Fatela intiepidire nella forma stessa, poi scaravoltatela su di un piatto da portata...

Buon appetito

Condividi