Treccia Russa

Il 6 dicembre qui in Svizzera Santa Claus viene a casa dei bambini per portargli un sacchettino con le noccioline, mandarini e cioccolato... ma solo ai bambini buoni! Per i bambini cattivi viene Schmutzli (una specie di uomo nero)! Per questa occasione il nonno si è travestito per fare una sorpresa a nostra figlia... e per non restare a stomaco vuoto ho preparato la treccia russa...

Ingredienti



Impasto
500gr farina
1 1/2 cucchiaino sale
1 limone solo la scorza
60gr zucchero
60gr margarina
10gr lievito per pane
2 dl latte
1 uovo
Ripieno
250gr noccioline macinate
100gr zucchero
1 limone solo la scorza
1 1/2 dl panna
4 cucchiai marmellata di albicocche
Glassa
100gr zucchero a velo
1 cucchiaio acqua
2 cucchiai succo di limone


Preparazione

Impastate tutti gli ingredienti per l'impasto, poi mettetelo a lievitare a temperatura ambiente per ca. 4 ore o finché avrà raddoppiato il suo volume. Se non avete tutto questo tempo aumentate la dose del lievito. Potete preparare l'impasto anche la sera prima usando la metà del lievito e lasciandolo lievitare per tutta la notte a temperatura ambiente.

Nel frattempo preparate il ripieno, mescolando insieme tutti gli ingredienti.

Stendete l'impasto cercando di fare un rettangolo e spalmateci sopra il ripieno.

Arrotolatela e tagliatela a metà per il lungo.

Poi mettetela direttamente in una teglia con sotto della carta forno, attorcigliate i due pezzi e fatela lievitare ancora per mezz'oretta.

Ora infornate la treccia russa nel forno preriscaldato a 180°C per 30min (controllate può essere che ci vuole più o meno tempo)! Preparate velocemente la glassa mescolando tutti gli ingredienti e spalmatela sulla treccia appena sfornata.

P.S.

Potete fare anche altre forme, p.e. invece di tagliare l'impasto a metà potete tagliarlo a girelle e poi metterle tutte attaccate. Come marmellata per il ripieno prendete qualsiasi marmellata, nella ricetta originale c'è quella di albicocca, ma io uso sempre quella che ho già aperta nel frigo. Quando andavo ancora a lavorare mi piaceva portarla ancora calda, per non alzarmi alle 3 di notte la preparavo la sera prima e la mettevo pronta per infornare in frigo. La mattina la uscivo dal frigo 1 oretta prima e poi la infornavo. Può anche essere congelata per poi infornarla...

Buon appetito

Condividi